#Conciliamo, bando da 74 mln per finanziare progetti di welfare aziendale

I beneficiari sono le imprese e le società cooperative con almeno 50 dipendenti a tempo indeterminato nelle sedi sul territorio italiano

#Conciliamo, bando da 74 mln per finanziare progetti di welfare aziendale

#Conciliamo, bando da 74 mln per finanziare progetti di welfare aziendale 924 288 DoubleYou

Il dipartimento per le politiche della famiglia della Presidenza del Consiglio dei ministri ha pubblicato il bando #Conciliamo da 74 mln di euro per finanziare progetti di welfare aziendali capaci di impattare positivamente sulla qualità della vita dei lavoratori e delle lavoratrici e, quindi, sulla produttività delle imprese.

Il bando è rivolto sia ad aziende intente a sviluppare o proseguire iniziative di welfare già avviate e sia a coloro che sono interessate a sviluppare nuovi progetti volti a:

  • incrementare la natalità
  • riequilibrare i carichi di cura tra uomini e donne
  • incrementare l’occupazione femminile
  • contrastare dell’abbandono degli anziani
  • supportare la famiglia in presenza di familiari disabili
  • tutelare la salute

In particolare, le attività che un’azienda può compiere per raggiungere gli obiettivi elencati sono:

  • introdurre i flexible benefits;
  • prevedere contributi economici o il rimborso delle spese sostenute per l’acquisto di servizi di baby sitting, per l’acquisto di prodotti per l’infanzia, per la frequenza di asili nido e/o scuole per l’infanzia, scuole primarie e secondarie o per i centri estivi o ricreativi o per i servizi di doposcuola per i figli dei dipendenti;
  • attribuzione di contributi economici o il rimborso delle spese sostenute per le spese di istruzione dei figli (libri di testo, viaggi studio, Università, Master, Scuole di specializzazione etc.) nonché per il trasporto scolastico;
  • introduzione di forme di sostegno economico per la copertura totale o parziale delle spese sanitarie dei dipendenti e delle loro famiglie;
  • creazione di asili nido aziendali;
  • istituzione di banche del tempo;
  • introduzione dello smart working;
  • previsione di incentivi economici alla natalità.

Possono beneficiare del finanziamento le imprese e le società cooperative con almeno 50 dipendenti a tempo indeterminato nelle sedi aziendali sul territorio italiano.  La richiesta di finanziamento per ciascuna iniziativa progettuale deve essere compresa tra un minimo di 500 mila euro e un massimo di 1,5 mln di euro. L’impresa deve contribuire al costo del progetto con un cofinanziamento pari ad almeno il 20% dell’importo totale richiesto.

La domanda deve pervenire entro le ore 12 del 15 ottobre 2019 tramite posta elettronica certificata all’indirizzo conciliamo@pec.governo.it.

Per maggiori informazioni sul bando e per ricevere supporto nello sviluppo e implementazione del progetto welfare, invia una mail all’indirizzo info@welfare.it

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.