Il ruolo del Welfare Aziendale durante il Covid19: l'iniziativa di Rail Cargo

L'azienda si è impegnata ad erogare nei mesi di marzo, aprile e maggio lo stesso importo previsto dal DL "Cura Italia" anche in welfare aziendale.

Il ruolo del Welfare Aziendale durante il Covid19: l’iniziativa di Rail Cargo

Il ruolo del Welfare Aziendale durante il Covid19: l’iniziativa di Rail Cargo 800 528 DoubleYou

Sono molte le imprese che, in seguito all’emergenza Coronavirus, si sono servite del welfare aziendale per offrire un sostegno concreto ai propri dipendenti e ai loro familiari.

Tra queste menzioniamo Rail Cargo, nostra azienda cliente specializzata nella logistica ferroviaria, che ha continuato a svolgere la propria attività lavorativa anche durante tutto il periodo più difficile della pandemia.

Per questo motivo l’azienda ha riconosciuto il premio massimo di 100€ previsto dal DL “Cura Italia” a tutti i collaboratori che hanno continuato a prestare servizio in sede durante l’emergenza. Inoltre, per ringraziare e dimostrare ai dipendenti l’importanza del loro operato durante tutta la fase più acuta della pandemia, l’azienda si è impegnata ad erogare nei mesi di marzo, aprile e maggio lo stesso importo previsto dal DL “Cura Italia” anche in welfare aziendale. I dipendenti hanno quindi ricevuto, oltre al bonus previsto dal Governo, una somma sul proprio Conto Welfare da spendere per la fruizione dei beni e dei servizi presenti in piattaforma.

“Abbiamo pensato ad un’azione concreta che fosse in grado di gratificare i nostri collaboratori per l’impegno che stavano dimostrando durante l’emergenza ma, allo stesso tempo, abbiamo voluto mostrare la nostra vicinanza anche alle loro famiglie,” spiega Marco Cojutti, HR Manager di Rail Cargo. “Abbiamo deciso dunque di rafforzare il welfare aziendale, avendo la certezza che l’iniziativa fosse particolarmente apprezzata dai nostri dipendenti e dai loro cari in quanto permette di fruire di un ampio ventaglio di beni e servizi in grado di soddisfare i numerosi nuovi bisogni dettati dalla situazione che stiamo affrontando.”

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.