Scopri cosa hanno raccontato i nostri fornitori durante il webinar “Il Welfare Aziendale risponde all’emergenza Covid-19: offerte, promozioni e nuovi servizi per ripartire”

Un momento di confronto sulle iniziative adottate per superare il periodo di difficoltà e continuare ad erogare servizi utili agli utenti.

Scopri cosa hanno raccontato i nostri fornitori durante il webinar “Il Welfare Aziendale risponde all’emergenza Covid-19: offerte, promozioni e nuovi servizi per ripartire”

Scopri cosa hanno raccontato i nostri fornitori durante il webinar “Il Welfare Aziendale risponde all’emergenza Covid-19: offerte, promozioni e nuovi servizi per ripartire” 1024 658 DoubleYou

Il 18 giugno 2020 si è tenuto il secondo appuntamento del nostro programma “The Voice of Welfare”, durante il quale alcuni nostri fornitori si sono confrontati sulle strategie adottate per continuare ad erogare i servizi di welfare aziendale durante il periodo del Covid-19 e i cambiamenti e le opportunità che quest’ultimo ha portato nelle loro attività.

A questo proposito sono intervenuti Sergio Bianchini, CEO e amministratore unico di Bifin Salute Semplice, Alessandro Ragusa, amministratore di Extratour, Matteo Romano, CEO di Tantosvago e i nostri colleghi Giulia di Lernia e Luca Ferretti, che si occupano di seguire tutta l’area fornitori di DoubleYou.

 

Covid: l’occasione per innovare i servizi di welfare sanitario per rispondere concretamente e con rapidità alle nuove esigenze – Intervento di Sergio Bianchini di Salute Semplice

Salute Semplice, specializzata in soluzioni per il welfare aziendale, ha tra i suoi valori innovazione, semplicità e flessibilità operativa e ha sempre cercato di coniugare innovazione e semplicità in un settore che semplice non è mai stato, ma anche che ha visto aumentare la sua complessità durante l’emergenza

Covid-19. Questo periodo è stato un’occasione per aumentare il tasso di innovazione, promuovendo nuovi servizi e un nuovo approccio alla sanità. “Questo cambiamento non è temporaneo”, sostiene Bianchini, “ma è un cambiamento strutturale e quindi se siamo capaci di interpretare bene questo cambiamento strutturale e di adeguarci, anzi, di anticiparlo, saremo sempre in grado di offrire ai nostri utenti servizi in linea con le nuove esigenze”.

L’avvento del Covid-19 ha influito pesantemente sul sistema sanitario, portando ad annullare o posticipare interventi chirurgici e visite specialistiche e riducendo l’accesso alle farmacie. Le conseguenze sono state un allungamento dei tempi di attesa, una riduzione della prevenzione e un aumento della malasanità. Salute Semplice ha deciso di intervenire in aiuto degli utenti sfruttando la tecnologia per portare le strutture sanitarie a casa degli assistiti e lo ha fatto creando tre aree di intervento:

  • videoconsulti e teleconsulti medici, con un’offerta varia ed integrata, in grado di abbattere le barriere poste dal Covid-19 e dando quindi la possibilità agli utenti di effettuare dove e quando vogliono tutte quelle visite che non richiedono un accertamento diagnostico in struttura;
  • la possibilità di fare test sierologici e test molecolari sia in laboratorio che a domicilio;
  • la possibilità di acquistare i farmaci online e, nel caso di farmaci urgenti, di chiedere la consegna a domicilio entro 2 ore dall’ordine, grazie ad un accordo con Farmapp.

Sergio Bianchini, a conclusione, afferma che Salute Semplice sta cercando ulteriori soluzioni anche dal punto di vista tecnologico, in modo da offrire agli utenti un servizio sempre più personalizzato e digitalizzato, ad esempio con l’utilizzo di voucher a conferma della prenotazione caricati su un’applicazione, dichiarandosi inoltre fortemente convinto che l’approccio digitale ai servizi sanitari si diffonderà sempre di più.

 

Emergenza rimborsi e nuove opportunità–  Intervento di Alessandro Ragusa di Extratour

Alessandro Ragusa ha dichiarato che sicuramente quello dei viaggi è stato un settore duramente colpito dal Covid-19, ma che Extratour ha gestito la situazione puntando sull’assistenza agli utenti e sulla questione voucher vacanza. È stato infatti deciso di non vincolare gli utenti con un voucher spendibile l’anno successivo per gli stessi servizi, ma di rimettere a loro disposizione l’importo totale, in modo che possano spenderlo liberamente in un secondo momento presso l’agenzia: una scelta perfettamente in linea con la politica aziendale di flessibilità e di eccellenza nell’assistenza clienti. Questa logica di rimborsabilità e libera spendibilità dell’importo restituito è stata inoltre applicata anche alle prenotazioni aeree, nonostante le compagnie non concedessero rimborsi se non nella fase iniziale della pandemia.

Extratour ha poi lanciato alcune promozioni volte a incentivare le vendite ma anche a rassicurare il consumatore, dal momento che tutte le tariffe sono state rese rimborsabili: questo ha portato una maggiore fiducia da parte del consumatore, consapevole di poter annullare la prenotazione e vedersi restituito l’importo.

Al momento le prenotazioni sembrano essere in crescita, soprattutto per quanto riguarda le destinazioni italiane, scelta dettata sia da una volontà di restare vicini a casa ed evitare mezzi di trasporto troppo affollati, sia dalla mancanza di linee guida chiare rispetto a destinazioni estere. “Invitiamo comunque tutti gli utenti a contattarci sempre” afferma Alessandro Ragusa “Ci occupiamo anche di tutto quello che è la verifica delle normative degli spostamenti e quindi di quelle che sono le possibilità di raggiungere le destinazioni, eventuali quarantene e le policy delle varie strutture”.

Alla domanda di Giulia Di Lernia se il welfare aziendale abbia aiutato o meno nella ripartenza le aziende appartenenti al settore del turismo, Alessandro risponde: “Secondo me assolutamente sì; il welfare in questo momento, per chi ha la possibilità di usufruirne, è molto importante e dà la possibilità di fare una vacanza che differentemente magari non sarebbe stata fatta”.

 

Le soluzioni digitali e la ricerca di nuovi servizi – Intervento di Matteo Romano di Tantosvago

Tantosvago, società che propone soluzioni a 360° per il mondo del welfare, ha dovuto affrontare diverse problematiche, legate anche all’ampiezza del suo servizio: tra i prodotti dell’azienda è infatti possibile trovare attività legate al benessere della persona, corsi di formazione, pacchetti viaggio (anche multidestinazione), servizio di biglietteria istantanea per i parchi divertimento.

In risposta alle difficoltà portate dal Covid-19, Matteo Romano sostiene che Tantosvago ha anticipato di mesi quelle che erano le attività previste per tutta la durata dell’anno solare. “Mi riferisco soprattutto a un’attività di comunicazione, nel senso che noi abbiamo creato una campagna di comunicazione che ha spinto il nostro ufficio marketing a coniare una bellissima iniziativa che si chiama Felici Dentro dove abbiamo radunato sotto questo slogan tutti i servizi che potevano essere più fruibili stando a casa. DoubleYou ha aderito istantaneamente alla nostra campagna e ha creato un link diretto a questa selezione di servizi, rendendoli subito evidenti” afferma il CEO di Tantosvago. Tra questi troviamo i servizi di streaming di Rakuten TV, servizi di edicola digitale, corsi di formazione, di lingua e di fitness.

Tantosvago ha poi invitato molti dei suoi partner a creare contenuti per promuovere il loro prodotto, come ad esempio video-ricette, video-allenamenti con un personal trainer e tutorial di bellezza. Matteo Romano dichiara di aver raggiunto centinaia di persone con questa attività e sostiene che Tantosvago si è dedicata molto alla ricerca di nuovi servizi e a cercare di renderli facilmente fruibili.

Alla fine del lockdown, l’azienda ha deciso di intervenire a favore degli utenti raddoppiando la durata dei nuovi voucher e estendendo quella dei voucher già esistenti; è stato inoltre creato un magazine allo scopo di restare continuamente in contatto con gli utenti, con cui si comunicano iniziative e novità che possono essere godute attraverso i crediti welfare.

Alla domanda di Luca Ferretti riguardante la possibilità che gli utenti continuino ad utilizzare i servizi che hanno visto un forte incremento durante il periodo del lockdown, riferendosi in particolare a corsi e soluzioni digitali, Matteo Ragusa risponde: “Lo sforzo che abbiamo fatto è stato fatto proprio in visione del fatto che questi servizi non servissero soltanto a un paio di mesi di cattive abitudini, ma che potessero anche portare un cambiamento […] e quindi ti confermo che questo periodo ha cambiato drasticamente l’abitudine di consumo”.

 

Gli interventi di Giulia Di Lernia e Luca Ferretti di DoubleYou

A conclusione dell’incontro, Giulia Di Lernia e Luca Ferretti presentano anche quelli che sono stati i provvedimenti presi dalla nostra azienda, tra cui possiamo citare la rivisitazione del catalogo prodotti e servizi, mettendo in primo piano e quindi in home page tutti quei servizi facilmente fruibili dagli utenti da casa, l’introduzione di promozioni e l’allungamento della scadenza dei voucher.

Per ulteriori approfondimenti, guarda la registrazione del webinar!

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.