Congedi ai papà e voucher per nido e tate

Due giorni di assenza retribuita per i neopapà e voucher per babysitter e asilo nido

Congedi ai papà e vouchers per nido e tate

Congedi ai papà e vouchers per nido e tate 150 150 DoubleYou

Il disegno di legge di Stabilità 2016 prevede che il “congedo” obbligatorio per i neopapà, previsto come sperimentazione della legge Fornero del 2012, passi da uno a due giorni, goduti anche in via non continuativa. Prorogato anche il congedo facoltativo per i padri da fruire entro i cinque mesi di vita del figlio in alternativa alla madre.

Venti milioni sono previsti dal ddl Stabilità 2016 per finanziare il voucher per babysitter e per asilo nido. Entro 11 mesi dal rientro, le lavoratrici potranno usufruire, in alternativa del congedo, di 600 euro mensili per un massimo di 6 mesi. Inoltre, sulla base di accordi di 2° livello, i datori di lavoro potranno assegnare ai dipendenti con un reddito non superiore ai 50mila euro vouchers fino a 2mila euro per asilo nido e babysitter.

Per quanto riguarda i congedi a ore, il decreto legislativo 80 del 25 giugno 2015 ha esteso il periodo entro cui i genitori possono beneficiare del parentale dagli 8 ai 12 anni di vita del figlio. Il periodo retribuito al 30% passa dai 3 ai 6 anni del bambino. Il decreto prevede anche che i genitori usufruiscano del congedo parentale su base giornaliera e oraria.

Infine, il decreto legislativo 81 del 2015 prevede che il lavoratore possa chiedere entro i limiti di tempo per la del congedo, una trasformazione del rapporto di  lavoro da tempo pieno a tempo parziale con una riduzione d’orario non superiore al 30%.

Per leggere la notizia completa clicca qui.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.